di Chiara Frugoni
Editore: Il Mulino
Collana: Grandi illustrati
Anno edizione: 2018
Pagine: 392 p., ill. , Rilegato
EAN: 9788815279682

Descrizione

Solo l’anno scorso, per la collana de “I Grandi Illustrati” del Mulino, la storica Chiara Frugoni aveva dato alle stampe “Vivere nel Medioevo. Donne, uomini e soprattutto bambini”. Poche settimane fa, sempre per la stessa collana, è uscito un altro volume, : “Uomini e animali nel medioevo. Storie fantastiche e feroci”.



Dopo averci condotto in un viaggio alla scoperta della quotidianità dell’epoca, Chiara Frugoni ci conduce ora fra unicorni, draghi e grifoni, fenici e sirene. Creature surreali e favolose per noi, uomini d’oggi, ma vere e proprie ipostasi delle più diffuse paure intorno al 1000 e fino al Rinascimento. Padri del deserto, monaci, predicatori autorevoli non avevano dubbi: la terra era gremita di bestie feroci e mostruose, che turbavano l’intelletto con domande destinate a incrinare la visione teocentrica dell’epoca: un uomo con la testa di cane doveva essere battezzato? Poteva Dio essere il creatore di quell’orrore?

Soprattutto, il volume ci offre uno spaccato del tratto più caratteristico del Medioevo: il rapporto con l’ignoto, che dilagava nel cuore delle foreste tenebrose e oscure, estranee, selvatiche che ricoprivano il mondo conosciuto inquietando, minacciando ma soprattutto accendendo l’immaginazione degli uomini e consegnando al nostro sguardo retrospettivo l’idea post-illuminista di un universo incantato e fantastico.

I bestiari e le mappe medievali sono tentativi di conoscenza in cui realtà, sogno, superstizione e leggenda si fondono in storie e soprattutto in immagini che impreziosiscono un volume di quasi 400 pagine, accuratamente rilegato.

L’ultimo capitolo è dedicato non a caso a San Francesco d’Assisi, un santo “moderno” anche per un modo nuovo – più fiducioso, aperto e naturalistico – di guardare al grande enigma del regno animale.